Comunicazione Interna ed Internal Marketing

 Come promesso nell’articolo di ieri, continuiamo il processo di analisi sulla comunicazione on line analizzando la sfera di azione e di influenza in termini di comunicazione interna/internal marketing delle imprese.

Prima di entrare nel cuore di questo argomento sono costretto a constatare come la comunicazione interna sia appannaggio esclusivo di poche grandi imprese multinazionali che comunque, nella mia esperienza e sulla base delle informazioni di cui dispongo, non effettuano analisi di coerenza tra i messaggi che veicolano all’esterno dell’impresa e quelli che portano all’interno dell’ organizzazione. Tutto questo crea ovviamente un disallineamento che è nocivo o addirittura contrario alle strategie ed agli obiettivi generali delle aziende.

Fatta questa premessa, che mi auguro possa essere ulteriore spunto di riflessione e di confronto, spero di riuscire nella sintesi ad esprimere il mio punto di vista rispetto al tema originario.

Accennavo ieri al fatto che la comunicazione on line ed i cosiddetti social media [blog inclusi evidentemente] ottengano scarsa attenzione in termini di comunicazione interna alle imprese. Approfondiamo dunque.

Le “nuove tecnologie” consentono forme di cooperazione e comunicazione sostanzialmente paritaria, “orizzontale”, fra operatori e sostengono il lavoro di gruppo necessario per la reattività al cliente delle aziende. Fanno condividere lo svolgimento pieno di un compito, d un lavoro o di una professione.

Sono strumenti di trasmissione, generazione ed accumulazione della conoscenza che non possono essere introdotti nelle imprese senza modificarne sostanzialmente l’organizzazione in modi di interazione e pratiche di comunicazione nuove. [1]

comunicazione.jpg

La parzialità di visione degli operatori è dimostrata abbondantemente poiché mentre la definizione di web 2.0 risale al 2004 [la Web 2.0 conference si svolse dal 5-7 Ottobre 2004 nelle sale congressi dell’ Hotel Nikko in San Francisco .Web 2.0 è un’espressione inventata da Dale Dougherty di O’Reilly Media casa editrice americana specializzata in pubblicazioni riguardanti le nuove tecnologie e Internet, in collaborazione con Craig Line di MediaLive International] è solo recentissimamente che viene introdotto il concetto di Enterprise 2.0, riferendosi allo stesso molto spesso ancora oggi in chiave esclusivamente tecnologica e dunque fondamentalmente erronea.

La comunicazione nel lavoro può [e deve] essere collegata con quella sugli obiettivi, il modello di business, le strategie competitive per potenziare le capacità organizzative secondo le nuove logiche, come lasciavo intendere sin dall’articolo di ieri, che mirano ad eliminare i vincoli sequenziali di attività. Il valore della comunicazione, anche on line, è dunque fattore di facilitazione dei processi organizzativi, delle pratiche gestionali e della produzione di conoscenza aziendale tesa al soddisfacimento delle aspettative del cliente.

Eludere quest’area concentrandosi esclusivamente sulla comunicazione esterna e sui declami per l’utilizzo da parte delle imprese del web 2.0 significa, ipso facto, dirigere le imprese a tutta velocità verso il fallimento sicuro. Si parla spesso di responsabilità dei blogger, penso che sia [al di là di manifesti e proclami] responsabile avere una visione d’insieme, olistica pare essere l’attuale termine più in voga, delle logiche d’impresa e di come la comunicazione abbia un ruolo al suo interno; continuare a tacere in assenza di tali conoscenze e competenze sarebbe la scelta più idonea.

Dobbiamo ricorrere all’estero ed in particolare all’ottima Valeria Maltoni [There is one part of organizational life that has been abandoned like a sinking ship, shamefully so] per vedere riconosciuti questi aspetti poiché, ad esclusione di alcune rare e piacevoli eccezioni, si continuano a privilegiare pour cause altri aspetti.

Constatare che praticamente solo il sottoscritto,in collaborazione con Giacomo Mason e con la preziosa integrazione della precitata Valeria, abbia immaginato di lavorare su di uno strumento, che pare sconosciuto e non interessante, chiamato Internal Corporate Blog [+ slideshow] mentre le citazioni si concentrano esclusivamente sul roi degli external corporate blog mi lascia davvero perplesso sul valore delle conversazioni attualmente in corso.

Confortato nel fondo dal veder confermato che le tesi sostenute non appaiono completamente visionarie, mi rimetto ai vostri commenti ed alle vostre riflessioni affinchè gli spunti fin qui forniti possano essere base di collavorazione.

Domani ultimo capitolo della “trilogia” sul tema; come predetto ci concentriamo su “the human touch“.

[1] – Tratto dalla prefazione di “Comunicare in Azienda“- Ipsoa – 2004.

3 Risposte

  1. Concordo. Il web 2.0 non è solo una tecnologia, ma un modo di interagire e relazionarsi, e quindi la sua introduzione in un’azienda deve tener conto anche della cultura specifica aziendale. Quali a mio avviso possano essere i possibili ostacoli è descritto nell’articolo «Enterprise 2.0»:

    http://lindipendente.splinder.com/post/16064866/Enterprise+2.0

  2. E’ una cosa su cui vorrei riflettere. Sto preparando un progetto di tesi sul corporate blog. Avevo tuttavia in mente, che in realtàm non si può parlare di comunicazione esterna se prima non si cura quella interna, pena una confusione comunicativa nei due flussi.
    Tuttavia mi chiedo quali possono essere gli spunti di ricerca al riguardo? Quali le ipotesi che si possono fare al riguardo?

  3. […] e l’organizzazione interna dell’azienda adattata sia in termini di struttura che di coinvolgimento dei dipendenti. Più forte è il coinvolgimento, maggiore è la flessibilità, che serve alle […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: